Come si coltiva il basilico fresco?

Condividi

Il basilico è quella tipica fogliolina verde che spesso trovate al centro della pizza margherita, se fatta a regola d’arte. L’opzione migliore da scegliere è secondo me la coltivazione ma se proprio avete fretta comprate una piantina già cresciuta e la trapiantate. Ma come si coltiva?Prendete un vaso e sul foro sottostante posizionate una pietra liscia in modo da evitare che il buco si otturi. Riempite il vaso di terra, possibilmente quella normale non concimata. La terra dei campi sarebbe ancora meglio perchè è terra rossa e si sa che è la migliore per l’agricoltura, ma devo ammettere che non la ho mai provata.
Comprate un pacchetto di semi di basilico e inseriteli nella terra del vaso appena riempito. Potete comprarli in centri di giardinaggio specializzati o vivai.
Per creare un effetto serra consiglio di coprire il vaso con un telo o una busta di plastica trasparente, ma fatele dei buchi altrimenti non passerà l’aria e avrete una cappa asfissiante. Credo che dopo pochi giorni potrete cominciare ad avere qualche risultato. Ricordate di tenere la piantina sempre alla luce naturale e non al gelo. Quando la piantina produrrà tantissime foglie sfoltitela prendendo le foglie più grandi. Sarà un ottimo aiuto che le permetterà di rigenerarsi pian piano.
La pianta ha una durata di qualche mese normalmente nel periodo di temperatura mite. Direi che il periodo migliore sia dalla primavera all’estate e per i messi restanti dovete arrangiarvi congelando il vostro risultato. In questi casi si fa un po’ come la cicala e la formica… come diceva mio nonno ” prendi l’arte e mettila da parte” 😀 . Ciao e alla prossima.

Antonio Cesario

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento