Mangiare carne può fare male?

Condividi

Oggi parliamo di alimentazione. Il pianeta nel quale viviamo è soggetto ogni secondo a trasformazioni e catastrofi ambientali che alzano il tasso di mortalità. Una delle principali cause di morte in questo periodo constatata è legata alla cattiva alimentazione. La cattiva alimentazione è la causa principale della formazione di cancro e malattie varie. Il mondo è bombardato da un’infinità d’informazioni che creano solo confusione e aumentano l’irresponsabilità umana. Quindi impariamo a mangiare bene.

La situazione

La maggior parte della gente non si rende conto di come sia diffuso il cattivo stato di salute e tante volte sono curati in modo errato, infatti, i medici molto spesso non si rendo conto che le medicine somministrate sono la terza causa di morte nel mondo. Uno studio effettuato dalle più grandi università e centri medici del mondo ha evidenziato una situazione preoccupante. Pare che il numero di persone che hanno riscontrato il cancro raddoppierà entro i prossimi 50 anni.

La maggiore causa di malattie deriva dagli animali. Questo non significa che dobbiamo diventare vegetariani o vegani, ma essere consapevoli e responsabili possono salvarci la vita. La carne animale è un cibo ricco di proteine, l’assunzione massiccia di proteine può portare grossi problemi alla salute. Il famoso proverbio rende l’idea: “Il troppo stroppia”.

 Cosa sono le proteine?

Le proteine (derivano dalla parola greca protios che significa di primaria importanza) animali sono, lo dice la parola stessa, quelle che derivano dagli animali e sono compresi fra questi i volatili e i pesci. Latte, latticini, formaggi, yogurt, burro, tutta la carne rossa, bianca e uova.  Le proteine sono state scoperte da Gerard J. Mulder (1802-1880) un chimico olandese che continuò i suoi studi ottenendo vari consensi e seguaci. Dopo questa scoperta ci fu quella delle proteine nei vegetali a pari valore nutrizionale. Le proteine però furono associate prevalentemente agli animali, quindi i vegetali passarono in secondo piano. L’idea comune era che le proteine animali erano assunte più facilmente dal corpo umano e permettevano un tasso di crescita più veloce. Le proteine animali, così, furono ritenute di qualità maggiore e valore biologico più elevato. Questo concetto ha compromesso la capacità di scelta e l’assunzione di cibi salutari per il nostro corpo. I vegetali hanno la maggior parte di proteine che servono al corpo, anche se sono suddivise in differenti tipi di cibo. Il corpo umano è la carne che ne possiede di più, ma questo non significa dobbiamo diventare dei cannibali!

Quali sono i lati negativi del mangiare carne?

Quando cuciniamo la carne in generale, che sia pollo, manzo, pesce, maiale dobbiamo essere coscienti del fatto che sulla superfice si formano delle sostanze cancerogene chiamate aminoterocicliche (HCA). Queste sostanze si formano soltanto quando la carne è cucinata a causa della temperatura utilizzata. È bello mangiare il pollo un po’ bruciacchiato o il manzo con la superficie bella arrostita vero?

Beh è sicuramente gustoso ma fa anche male. Certamente non possiamo mangiare cane cruda sarebbe da pazzi! La carne è un elemento poco sicuro certamente, cotta poco porta malattie e cotta troppo crea sostanze cancerogene nocive. Che fare allora?

L’ideale sarebbe lasciarla perdere. Personalmente, adoro la carne e sono consapevole che un giorno potrei risentirne e abbandonarla del tutto mi è difficile se non impossibile. Mantenere una dieta equilibrata è sicuramente l’idea migliore.

Quali sono le malattie derivanti dalla cattiva alimentazione?

La cardiopatia è la più comune malattia che minaccia il benessere, infatti, colpisce 1 uomo su 2 e una donna su 3. Chiaramente la cattiva alimentazione porta anche una disfunzione degli organi interni creando inadeguatezza che si rivela con l’aumento del colesterolo, eccessi di grassi nel sangue e conseguenti problemi cardiovascolari. Il fegato è un altro organo interessato dalla continua errata somministrazione di cibo. Il nostro corpo è come un’automobile, con il carburante sbagliato può ingolfarsi o addirittura rompersi definitivamente. Una dieta a base esclusivamente di carne oltre a causare l’infarto può anche renderci sessualmente impotenti.

Un’altra malattia che potrebbe derivare dalla cattiva assunzione di proteine è l’osteoporosi e la sclerosi multipla. Sono malattie gravissime che possono essere alleviate limitando l’assunzione di carne e aumentando quella di vegetali più salutari. Molti pensano che il latte faccia bene alle ossa ma questo non è del tutto vero, sicuramente contiene una quantità di calcio utile ma non è certo l’assunzione di latte a rinforzare le nostre ossa. Degli studi a riguardo hanno evidenziato un aumento di fratture alle ossa nelle donne che hanno superato i 50 anni, questo studio è stato compiuto in paesi come l’Australia, Nuova Zelanda ed Europa, in altre parole, dove il consumo di latte è maggiore.

Possiamo trarne una semplice conclusione: assumere calcio in modo sproporzionato e irregolare rende il nostro corpo vulnerabile e incapace di autoregolarsi.

La mucca pazza è il risultato di carne allevata in modo errato

La mucca pazza è una malattia che viene dalla mucca e che ha contagiato molte persone, la causa è la cattiva alimentazione delle mucche. Molti allevatori sapendo di non poter dare al proprio bestiame latte, poiché è riservato all’uomo, alimentano i propri animali con sangue bovino secco o derivati di bovino. Questa è una pratica cannibalistica se ci pensiamo bene. È inevitabile che si manifestino delle malattie pericolosissime. Molte persone hanno contratto la malattia della mucca pazza anche non mangiando carne, infatti, è bastata una semplice trasfusione di sangue da un altro individuo già infetto.

Impatto ambientale e complotto globale

Guardando tutto quanto da un punto di vista ambientale possiamo, con certezza, dire che una sorta di autodistruzione è in atto. La contaminazione degli animali a causa della loro alimentazione errata e l’inquinamento ambientale saranno la nostra fine.

Il genere umano si autodistruggerà inconsapevolmente. Dal punto di vista del complottismo invece possiamo dire che chi governa il mondo (illuminati o personaggi legati alla massoneria) hanno tutto l’interesse di decimare la popolazione al fine di limitarne la continua crescita demografica e avere un’ottima supervisione globale. Scie chimiche, cibi geneticamente modificati, vaccinazioni effettuate attraverso il cibo, somministrazione di agenti chimici ed elementi diversi tenendo all’oscuro il singolo individuo possono essere dei metodi usati. Le grandi catene di fast-food sono pericoli per la salute sia per gli adulti che per i bambini.

La teoria del complotto ci porta a porci una semplice domanda: qual è il modo migliore di monitorare ogni essere vivente e pilotarne l’esistenza come un burattino? La genetica modificata credo possa essere la risposta. Quindi facciamo attenzione e cosa mangiamo e come decidiamo di vivere, un po’ di buon senso potrebbe salvare la nostra vita e quella dei nostri cari.

Antonio Cesario

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento