Acer S230HLB D – Se potessi tornare indietro…

Condividi

Ho comprato il monitor dell’Acer S230HLB D, 23 pollici. Quando l’ho visto, ho pensato: beh piccolino come dimensioni reali, quindi ottimo per una scrivania che ha poco spazio da offrire, poi ha anche un’ottima risoluzione… ok compriamolo. Io lavoro come grafico pubblicitario, fotografo e web design e posso garantirvi che non lo ricomprerei se potessi tornar indietro.
Ho riscontrato problematiche apparentemente lievi ma che, credetemi, quando si lavora sono davvero insormontabili.La prima cosa fastidiosa è la difficoltà di configurazione del monitor tramite i tastini appositi. I tastini si trovano sul lato inferiore del monitor e arrivarci è semplice ma non tanto quanto usarli. Si deve fare affidamento al proprio tatto e, almeno per quanto mi riguarda, ci si ritrova ad entrare nello stesso menu almeno 500 volte prima di ottenere il risultato ottenuto.
Il secondo problema per me davvero grave è il contrasto che corrisponde a 1000:1. L’effetto sgradevole che ho riscontrato è visibile tantissimo sul monocromatico. La prima cosa che ho fatto è creare in un qualsiasi programma di grafica che lavora con le sfumature, un cerchio radiale che va dal bianco al nero (per i non esperti è una semplice sfumatura che parte dal centro con il bianco e finisce all’esterno con il nero). Ho notato subito l’effetto non voluto, in altre parole, la sfumatura appariva come un’immagine a bassa risoluzione, con le varie tonalità a cerchi diversi. Quando un contrasto lavora bene la sfumatura e nitida e non ci sono effetti scalino fra i colori che la compongono. Ho trovato la soluzione: bisogna creare un’immagine come ho detto sopra (anche semplicemente una sfumatura dal nero al bianco va bene, non importa la forma che debba avere). Mettete a tutto schermo questa immagine e andate a configurare il monitor tramite i tastini. Scegliete l’autoconfigurazione dal menu tenendo sempre aperta l’immagine creata. Così il monitor non si baserà sui suoi dati per autoconfigurare il monitor, ma si baserà su quello che vede. Il risultato sarà davvero efficiente, anche se comunque è un espediente.
La visualizzazione non è a 180°, infatti, se ci si mette sul letto, quindi più in basso come altezza, o ci si mette di lato non vedremo più nitide le immagini chiare ma come se fossero con i colori invertiti.
Devo ammettere però che ha anche lati positivi. E’ leggerissimo tanto da poterlo sollevare con un dito ed è ultra piatto, si potrebbe mettere su un davanzale di una finestra.
La risoluzione massima è 1920×1080 tutto perfetto se si tiene a questa risoluzione.
Resoconto finale:
Vuoi un monitor per guardare la partita, un film, giocare a un videogame o scrivere? è fantastico.
Vuoi un monitor per lavorare con la grafica, montaggi video ecc.? Lascia stare.

Caratteristiche tecniche:

Marca
Acer
Colori Nero

Dimensioni e peso

Larghezza 54,8 cm
Profondità 17 cm
Altezza 38,3 cm
Peso 3,6 kg

Schermo

Dimensione 23 pollici
Dot Pitch 0,26 mm
Risoluzione massima 1920 x 1080
Supporto colore 24 bit (16,7M colori)
Velocità di aggiornamento 75Hz
Tempo di risposta medio 5 ms.

Immagine

Formato dello schermo Wide screen
Luminosità 250 cd/m²
Contrasto 1000:1
Angolo massimo di visualizzazione (orizzontale) 170°
Angolo massimo di visualizzazione (verticale) 160°

Uscita audio
Senza uscita audio

Espansioni / connessioni

Interfaccia
VGA (HD-15), Digitale (DVI-D)

Potenza
Consumo energetico 26Watt

Tecnologia
LED

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento